Sabato al Maci, il 19 gennaio concerto di musica rock blues all'Officina della Cultura e del Tempo Libero di Isernia PDF Stampa E-mail
Venerdì 18 Gennaio 2013 13:49

Nuovo appuntamento domani, sabato 19 gennaio 2013, con ‘Sabato al Maci’, la rassegna di eventi musicali e culturali organizzati dalla Provincia di Isernia presso l’officina della Cultura e del Tempo libero di Isernia. Alle ore 17.30 il gruppo musicale Blues Ash of Manhattan terrà un concerto di musica rock blues.

La Blues Ash band nasce dal progetto di quattro musicisti molisani con una passione comune: il Blues. Giampalerio Arcari, chitarrista Sepinese, noto già in diverse piazze molisane e sul territorio laziale in particolare, ha dato vita insieme a Davide Perrella a questa raffinata band. “Ringrazio – ha dichiarato Giampalerio Arcari - l'organizzazione dell'evento, che ci dà la possibilità di suonare in una location così importante. Pensiamo che il blues sia la più grande forma d'Arte Musicale mai esistita. Tutti i generi musicali nascono dal Blues: il rock, il jazz, il funky e il soul. Il nostro blues è quello dei nostri tempi che nasce dai grandi miti del blues ma che, come tutte le realtà, si trasforma e si evolve. C'è – ha sottolineato il musicista dei Blues Ash of Manhattan - tanto Molise nei nostri brani. Diciamo sempre che abbiamo avuto la grande fortuna di nascere in una terra ricca di tradizioni, di cultura, di storia e di poesia. Noi raccontiamo le nostre realtà e quello che viviamo giornalmente. Il blues è fatto di storie, più o meno belle, di amori e di passioni ed è un linguaggio universale. La parola ‘blues’ non ha un significato preciso sta però ad indicare uno stato d'animo particolare. Dare la possibilità alla nostra formazione, che ormai è ‘on the road’ da cinque anni, di far ascoltare il nostro primo album, i nostri nuovi inediti contornati da brani celebri, è veramente una cosa bellissima per noi. Siamo – ha concluso Arcari - tutti musicisti molisani. Amiamo la nostra regione e suonare nella nostra terra per noi è quanto di più bello esiste visto anche che tantissimi dei nostri concerti live sono stati eseguiti fuori Regione dove abbiamo ricevuto riconoscimenti importanti”.

 

È possibile accedere all'Officina della Cultura e del tempo libero da via Pio La Torre, oppure dall'entrata situata nei pressi del sottopassaggio pedonale della stazione ferroviaria.

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Gennaio 2013 14:02
 

Menu utente