Atto vandalico alla palestra del liceo scientifico di Isernia, il Presidente Mazzuto: "Gesto inqualificabile che danneggia la nostra comunità" PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Marzo 2013 14:27

Il_telo_danneggiato_alla_palestra_dello_Scientifico2Il presidente della Provincia di Isernia Luigi Mazzuto ha espresso la sua più totale riprovazione nei confronti degli atti vandalici verificatisi nella palestra del liceo scientifico Ettore Majorana di Isernia. Questa mattina, infatti, il personale scolastico ha notato, nei pressi dell’ingresso, un taglio di circa un metro e mezzo (vedi foto a sinistra), effettuato sul telo di copertura della tensostruttura. L’accaduto è stato immediatamente segnalato dai responsabili della scuola ai Carabinieri di Isernia, presso cui è stata presentata denuncia, e all’ufficio tecnico della Provincia di Isernia. Atti vandalici come questi rischiano purtroppo di vanificare gli sforzi fatti dalla Provincia in questi anni per dotare di nuovi impianti sportivi le scuole secondarie e l’impegno delle stesse scuole per mantenerli perfettamente funzionanti.

Basti pensare che la palestra del liceo scientifico, la cui realizzazione è stata attesa per tanti anni, è stata completata e inaugurata dall’ente di via Berta poco più di un anno e mezzo fa con uno sforzo economico di circa 400mila euro. E, durante questo periodo, studenti e personale scolastico del liceo scientifico hanno contribuito a mantenere la struttura in perfetta efficienza. Ferma, dunque, la condanna del presidente Luigi Mazzuto nei confronti di questo episodio vandalico. “Si tratta – ha dichiarato il presidente della Provincia - di un atto inqualificabile. Non è possibile parlare di futuro senza il rispetto del bene comune. La cosa che più dispiace è che le conseguenze di gesti scellerati come questi, compiuti da persone senza senso civico che dimostrano di non avere il minimo rispetto per niente e nessuno, potrebbero ricadere sui nostri studenti per via del fatto che rischiano di non poter utilizzare la palestra. Si tratta, quindi, di un danno per la nostra collettività che non può rimanere senza colpevoli. Auspico anche - ha sottolineato Mazzuto - che gli studenti e le loro famiglie si rendano parte attiva nella difesa di questa e di tutte le altre strutture pubbliche. Nel frattempo, la Provincia – ha concluso il numero uno di via Berta - si impegnerà, pur con tante difficoltà, a riparare i danni affinché non ci siano problemi per l’utilizzo della palestra da parte degli studenti”.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Marzo 2013 15:18
 

Menu utente