Intervento del Presidente Mazzuto sulla paventata chiusura di alcune sedi universitarie nel centro storico di Isernia PDF Stampa E-mail
Lunedì 16 Settembre 2013 12:20

Grido d'allarme del Presidente della Provincia di Isernia, Luigi Mazzuto, circa la paventata chiusura delle sedi delle facoltà di Lettere e Scienze Politiche dell'Università degli studi del Molise situate nel centro storico di Isernia con il loro conseguente spostamento in altra sede. "Anche queste facoltà– ha spiegato Mazzuto – saranno spostate a Campobasso. Non è possibile avviare già da quest'anno i corsi suddetti presso la sede centrale del capoluogo di regione perché le iscrizioni sono state chieste per la sede di Isernia. Se tutto ciò effettivamente si verificherà, non posso non evidenziare e prendere atto che nei confronti della provincia di Isernia e di questa città si sta concretizzando ancora una volta una sciagura sociale immane. Credo – ha sottolineato il Presidente – che, in questo modo, viene messo in discussione quello che è stato il punto di forza fondamentale della sede universitaria di Isernia fin dalla sua istituzione: quello di contribuire al rilancio economico, sociale e culturale dell'intero territorio".

"L'Università, la ricerca e la cultura in senso generale – ha proseguito Mazzuto - non possono subire ridimensionamenti o tagli scriteriati perché rappresentano la forza politica, sociale ed economica per la crescita. Occorre, al contrario, rafforzare tutte quelle iniziative che possano dare slancio e speranza al nostro territorio, magari individuando anche altre forme per fare istruzione e formazione insieme alla stessa università. Il tutto per assicurare un valido percorso formativo ai nostri giovani e a chi proviene da fuori regione (aspetto non secondario per garantire ricadute economiche positive!)
Pertanto, invito i rappresentanti di questa provincia in seno al Consiglio Regionale del Molise e l'intera Amministrazione Regionale ad adoperarsi affinché venga scongiurata la chiusura di queste sedi universitarie di Isernia. Lo stesso invito – ha concluso il Presidente - lo rivolgo, altresì, a tutti i colleghi amministratori del nostro territorio affinché si rendano partecipi di un messaggio di sensibilizzazione ed al quale non venga meno anche quello dell'Amministrazione comunale di Isernia".

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Settembre 2013 12:34
 

Menu utente