Province, Mazzuto “le Province in Europa esistono e in Italia costano meno” PDF Stampa E-mail
Martedì 08 Ottobre 2013 12:01

Mercoledì 9 ottobre 2013 alle ore 11 in sala giunta (6° piano del palazzo della Provincia di Isernia) è convocata la stampa per l’illustrazione di dati significativi emersi in occasione dell’ultimo incontro promosso dall’Upi con i Presidenti delle Province europee per discutere con le istituzioni degli stati partener dell’Italia dei provvedimenti del Governo contro le Province.

Rappresentanti di Governo e Parlamento continuano ad affermare che le Province vanno cancellate perché esistono solo in Italia. è falso – ha dichiarato il Presidente Luigi Mazzuto – e intendiamo dimostrarlo! In 19 Stati su 28 il governo del territorio è affidato a tre livelli istituzionali: Regioni, Province e Comuni. Solo gli stati più piccoli, come Cipro, Malta e Lussemburgo non hanno Province.  E nel resto d’Europa alle Province è assegnata la gestione dei nostri stessi servizi, strade, scuole, ambiente, lavoro, sviluppo economico, e in più si occupano di assistenza sociale. Lo fanno con bilanci ben diversi dai nostri: le 408 Province tedesche nel 2011 hanno gestito 55 mld di euro, le 100 Province francesi 73 miliardi di euro, le 50 Province spagnole 16 miliardi. Nello stesso anno le 107 Province italiane avevano un bilancio che superava appena i 10 miliardi. E mentre noi pesiamo l’1,26% della spesa pubblica, le Province francesi ne rappresentano il 6,3%, quelle tedesche il 4,5% e quelle spagnole il 3,2%. Facciamo le stesse cose pesando meno sui bilanci dello Stato”.

All’incontro con la stampa interverranno il Presidente della Provincia di Isernia Luigi Mazzuto e il Presidente del Consiglio Provinciale Lauro Cicchino.

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Ottobre 2013 12:03
 

Menu utente