Resoconto dello spettacolo teatrale 'Uscita di sicurezza' PDF Stampa E-mail
Giovedì 06 Marzo 2014 16:04

Sarà perché il fenomeno delle tossicodipendenze è davvero così esteso da toccare ormai da vicino praticamente tutta la popolazione studentesca; sarà perché non si è trattato del solito convegno a cui dover assistere; sarà perché si è scelto un linguaggio semplice e diretto, ma il successo dello spettacolo teatrale intitolato 'Uscita di sicurezza' è stato davvero incredibile.

 

Messo in scena questa mattina nell'auditorium 'Unita d'Italia di Isernia' dalla compagnia teatrale 'T.utti S.ono O.pinabili' dei ragazzi della comunità 'Lahuèn', struttura residenziale di psichiatria riabilitativa e di doppia diagnosi, lo spettacolo è stato promosso dalla Provincia di Isernia che, in collaborazione con il Sert e il Comune di Isernia, ha patrocinato l’evento.

Grandi applausi da parte dei giovani studenti chiamati a partecipare allo spettacolo per il Presidente della Provincia di Isernia Luigi Mazzuto che, usando un linguaggio chiaro ma molto incisivo, ha suscitato consensi e acclamazioni: “Non abbiate paura delle vostre debolezze – ha dichiarato Mazzuto agli studenti – imparate a chiedere aiuto quando ne avete bisogno. Non temete di essere giudicati. Nessuno si perde per sempre. Una soluzione c’è; la luce c’è, anche se a volte è così lontana e appare irraggiungibile, per il solo fatto che si intravede vale la pena lottare per raggiungerla. Se avete, poi, compagni che si sono persi non abbandonateli, non isolateli, al contrario fate loro assaporare di nuovo la bellezza della vita, coinvolgeteli nelle vostre attività, tendete la mano”.

Consensi e persino una standing ovation che ha emozionato il Presidente Luigi Mazzuto: “Apprezzo tutto questo calore, ma non certo per una mia personale gratificazione, quanto piuttosto per la soddisfazione di aver ancora una volta con l’Amministrazione provinciale offerto un servizio di sostegno, supporto, ma anche di informazione rispetto a tematiche che oggi sconvolgono le nostre piccole o grandi comunità. In questi cinque anni, la Provincia di Isernia ha lavorato alacremente per portare avanti progetti e azioni che avessero una ricaduta benefica a vantaggio dei cittadini, soprattutto indirizzando le misure verso le cosiddette piaghe della società. La lotta alla tossicodipendenza, sempre crescente e con una età sempre più piccola da parte di giovani, giovanissimi assuntori, è stata da sempre una nostra prerogativa. Spero con le nostre azioni di essere riusciti almeno a sensibilizzare gli studenti a tenersi fuori da ‘certi giri’ e a scegliere, sempre, anche nei periodi più bui della propria esistenza, la vita”.

Un incredibile silenzio è poi calato sulla platea, quando sul palco si sono avvicendate le scene dello spettacolo: racconti di vita di ragazzi che hanno smarrito la via, finendo nel tunnel nero della dipendenza da sostanze stupefacenti e che, però, dal tunnel sono riusciti ad emergere.

 

Menu utente