Nuova disciplina degli appalti pubblici: intervento del presidente Mazzuto a Rocchetta a Volturno PDF Stampa E-mail
Venerdì 11 Luglio 2014 12:32

Nuova disciplina degli appalti pubblici: intervento del presidente della Provincia di Isernia Luigi Mazzuto 

     Il presidente della Provincia di Isernia Luigi Mazzuto ha partecipato ieri a Rocchetta a Volturno all’incontro con il vice ministro alle Infrastrtture e Trasporti il Sen. Riccardo Nencini su un tema di forte attualità: “la nuova disciplina degli appalti pubblici”, che prevede una riforma che punta alla semplificazione e la razionalizzazione di molte procedure burocratiche. “Il contesto in cui si inserisce la proposta circa la legge per la disciplina degli appalti pubblici – ha sottolineato Mazzuto nel suo intervento – è critico per quanto attiene la non omogeneità tra le fasi delle attività progettuali, di gara, esecutiva degli interventi e i correlati pagamenti in relazione alla giusta emissione degli stati di avanzamento. Tale criticità, che mette a rischio le attività imprenditoriali e il tessuto sociale del territorio a queste collegato, deriva dai limiti del ‘patto di stabilità’; dai limiti correlati alla emissione di liquidità connessa alle concessioni emesse dagli Enti e organi finanziatori, non contestuale al riconoscimento delle concessioni a favore degli Enti locali concessionari; dai limiti inerenti il ritardo dei pagamenti e delle connesse liquidità da parte della Regione concedente, a sua volta limitata dal patto di stabilità. Pertanto i processi realizzativi delle opere – ha aggiunto il presidente della Provincia di Isernia – non possono essere disgiunti dalla problematica finanziaria e dai connessi limiti imposti dai ritardi di pagamento delle spettanze, per carenza di cassa e per il patto di stabilità. Né, d’altronde, il sistema straordinario, alternativo delle certificazioni dei pagamenti, da emettersi a fronte di debiti non soddisfatti da parte della Pubblica Amministrazione, si è dimostrato risolutivo della problematica attinente i pagamenti a favore delle imprese realizzatrici, perché periodico e di lunga durata, peraltro attivando ulteriori debiti della Pubblica Amministrazione nei confronti della Cassa Depositi e Prestiti, erogatrice di appositi mutui in sostituzione della liquidità ordinaria”.

Le osservazioni del presidente della Provincia di Isernia Luigi Mazzuto sono state condivise dai rappresentati dell’ANCEM e dei sindacati dei lavoratori presenti all’incontro presieduto dal vice Ministro alle Infrastrutture il Sen Riccardo Nencini.

     Il Presidente

 Dott. Luigi Mazzuto

Ultimo aggiornamento Venerdì 11 Luglio 2014 12:34
 

Menu utente