Mobilità in deroga anno 2015 PDF Stampa E-mail
Lunedì 12 Gennaio 2015 09:31

Ammortizzatori Sociali in Deroga - Istruzioni operative per la gestione dei trattamenti di CIG in deroga nella Regione Molise - ANNO 2015.
INFORMATIVA PER I LAVORATORI
Si informa che sul B.U.R.M. N. 53 del 31.12.2014  (Edizione Ordinaria – Parte Prima – Pag 433-441) sono state pubblicate , tra l’altro, le “istruzioni operative per la concessione dei trattamenti in deroga nella Regione Molise anno 2015”.
La concessione o la proroga in deroga alla vigente normativa di trattamenti di Mobilità sarà garantita ai lavoratori:
- disoccupati ai sensi del D.lgs. 181/2000, che sono in possesso dei requisiti di cui all'art. 16, comma 1 della L. 223/91;
- che risultino privi di altra prestazione legata alla cessazione del rapporto di lavoro;
- provenienti da imprese di cui all'articolo 2082 e 2083 del codice civile;
- che, alla data di decorrenza del trattamento, abbiano già beneficiato di prestazioni di mobilità in deroga per un periodo inferiore a tre anni, anche non continuativi.
A decorrere dal 1 gennaio 2015 il trattamento di mobilità in deroga alla vigente normativa non può essere concesso ai lavoratori che alla data di decorrenza del trattamento hanno già beneficiato di prestazioni di mobilità in deroga per almeno tre anni, anche non continuativi.
Per i restanti lavoratori il trattamento può essere concesso per non più di 6 mesi, non
ulteriormente prorogabili, più ulteriori 2 mesi nel caso di lavoratori residenti nelle aree di cui testo unico approvato con D.P.R. n. 218 del 1978. Per tali lavoratori il periodo di fruizione complessivo non può comunque eccedere il limite massimo di tre anni e quattro mesi.
I lavoratori interessati possono presentare domanda di concessione del trattamento in deroga attraverso procedura on-line (sul Portale www.inps.itcon l’utilizzo del PIN dispositivo), oppure per il tramite dei patronati e/o altre categorie abilitate, entro il termine di 60 giorni, a pena di decadenza, dalla data di licenziamento, dalla data di scadenza del periodo di prestazione precedentemente fruito o dalla data di pubblicazione delle presenti Istruzioni Operative.
I trattamenti in deroga sono concessi secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande e fino ad esaurimento delle risorse assegnate alla Regione Molise.
L’INPS – accertati i requisiti soggettivi di accesso ai trattamenti di mobilità in deroga, ricevuto l’atto di concessione e la relativa autorizzazione da parte della Regione Molise, provvederà ad erogare i trattamenti medesimi dal lunedì successivo alla data di presentazione della domanda e contestualmente invierà il nominativo del lavoratore beneficiario al CPI territorialmente competente, al seguente indirizzo:
CPI di Isernia: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .
Ai lavoratori si applicano le riduzioni di trattamento di cui all’art. 19, comma 9, Legge 2/2009 (cfr. Circolare INPS n. 57 del 13 marzo 2007). La riduzione dei trattamenti sarà attuata nella misura (cfr. Circolare INPS n. 57 del 13 marzo 2007):
• del 10% nel caso di prima proroga;
• del 30% nel caso di seconda proroga;
• del 40% nel caso di proroghe successive.
Si informa, altresì, quanto segue:
 •sono esclusi dall’accesso alle prestazioni di Mobilità in deroga i lavoratori che beneficiano dei trattamenti di cui all’art. 7 della Legge 223/91, dell’indennità di disoccupazione ordinaria o di ASPI/mini ASPI legata alla cessazione del rapporto di lavoro.
•non è possibile concedere il trattamento di mobilità in deroga a seguito della conclusione della fruizione del trattamento di mobilità ordinaria, dell'indennità ASpI o MiniASpI, delle indennità di disoccupazione agricola con requisiti ordinari e ridotti; •a decorrere dal 1° gennaio 2017 il trattamento di mobilità in deroga alla vigente normativa non può essere concesso.

Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Gennaio 2015 09:45
 

Menu utente