Rilasciati i certificati antincendio ad altre tre scuole della Provincia PDF Stampa E-mail
Notizie - Ultime
Lunedì 05 Ottobre 2009 22:24

Il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco ha rilasciato alla Provincia di Isernia i certificati di prevenzione incendi per altri tre edifici che ospitano le scuole superiori. Si tratta del liceo scientifico ‘Ettore Majorana’ di Isernia, dell’istituto ‘Antonio Giordano’ di Venafro e del liceo scientifico ‘Giovanni Paolo I’ di Agnone.

Sale, così, a sei il numero delle scuole di competenza provinciale che in appena due mesi sono state messe a norma sotto il profilo della sicurezza antincendio.

Infatti, nelle scorse settimana i vigili hanno dato l’ok anche per i certificati relativi all’Itef ‘Fermi’e agli istituti Magistrale e d’Arte di Isernia. “Aver ottenuto in poco tempo un numero così alto di certificazioni antincendio– ha detto il presidente Luigi Mazzuto – testimonia ancora una volta l’attenzione e il grande impegno che questa amministrazione sta mettendo in atto in tema di sicurezza scolastica. Ringrazio, inoltre, i Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Isernia con i quali è stata instaurata un’ottima collaborazione che ci ha permesso di accelerare sensibilmente i tempi. Un plauso – ha ribadito il presidente - va anche alla struttura tecnica della Provincia che, di concerto con i vigili, ha lavorato incessantemente per ottenere queste certificazioni. Inoltre, l’esperienza accumulata dai nostri tecnici provinciali  - ha concluso Mazzuto - potrà essere mutuata e messa a disposizione delle istituzioni e dei privati che hanno la necessità di ottenere il certificato antincendio”.

Il dirigente del settore tecnico della Provincia, l’ingegnere Lino Mastronardi, e il presidente Mazzuto hanno assicurato che nei prossimi giorni verranno rilasciate le certificazioni antincendio anche agli altri istituti superiori che ancora ne sono ancora sprovvisti. Entro la fine dell’anno, dunque, tutte le scuole di competenza provinciale saranno dotate del certificato antincendio.

 

Emergenza COVID-19

covid4