Verso l'aeroporto. Resoconto conferenza PDF Stampa E-mail
Territorio e ambiente - Trasporti
Mercoledì 20 Gennaio 2010 00:00
di_lucente_balducci_mazzuto_brasiello
Di Lucente, Balducci, Mazzuto e Brasiello
mazzuto_brasiello_balducci
Mazzuto, Brasiello e Balducci

È stata presentata ieri nella sala gialla della Provincia di Isernia la manifestazione intitolata “Verso l’aeroporto del Molise”. Si tratta di un evento, organizzato a livello internazionale, che vedrà la Provincia di Isernia, la Camera di Commercio di Isernia e la società AVIOPROJECT tra i protagonisti dell’esposizione internazionale Gate XXI, dedicata in particolar modo allo sviluppo e alle prospettive del settore aeroportuale, e che si terrà nell’aeroporto dell’Urbe di Roma nei giorni 21, 22, 23 e 24 gennaio 2010. Ad illustrare i contenuti della manifestazione, organizzata per far conoscere le prospettive di sviluppo economico e turistico della Provincia di Isernia legate alla realizzazione di un aeroporto in Molise, sono stati il Presidente della Provincia di Isernia, Luigi Mazzuto, il Presidente della Camera di Commercio di Isernia, Luigi Brasiello, l’assessore al Turismo, Florindo Di Lucente, e il presidente della società Avioproject, Ottavio Balducci.

All’inizio della conferenza stampa sono mostrate alcune slide, preparate dal Presidio Turistico, con le quali è stato spiegato il senso della manifestazione, ossia, quello di associare in chiave ironica l’idea dell’aeroporto molisano con i prodotti tipici e le bellezze naturali della provincia. Sono state ad esempio mostrate diapositive nelle quali si raffigura un caciocavallo indicato come “deposito bagagli”, oppure la ‘Ndocciata come “area fumatori”.

“È un metodo stravagante e ironico – ha detto il presidente della Provincia, Luigi Mazzuto, - per presentare a livello nazionale (il 21 gennaio alle 12 si terrà una conferenza stampa all’interno della fiera Gate XXI con la stampa nazionale) l’aeroporto del Molise. Il nostro intento è, infatti, quello di accendere la curiosità sui nostri prodotti tipi e sulle bellezze naturali del nostro territorio. La Provincia e la Camera di Commercio saranno gli unici due enti locali ad essere presenti all’esposizione Gate XXI e per noi sarà una grossa occasione per farci conoscere. Riteniamo che la realizzazione di questa struttura, nella quale saranno previsti collegamenti con l’est Europa e il Nord Africa, ci darà l’opportunità per sviluppare contatti e scambi commerciali e turistici con gli altri Paesi. Per questo crediamo e sosteniamo concretamente l’idea di realizzare l’aeroporto. Anche perché abbiamo al nostro fianco la Regione Molise, i Comuni di Cantalupo, San Massimo e Macchiagodena. In definitiva, quindi, - ha concluso il presidente - credo che l’idea di mettere i caciocavalli accanto a uno stand un cui ci si occupa di tecniche aerospaziali sia una provocazione che sarà percepita positivamente e contribuirà a farci conoscere”.

Anche il Presidente della Camera di Commercio, Luigi Brasiello, ha voluto sottolineare l’importanza della partecipazione a questa manifestazione. “Credo – ha detto Brasiello – che la costruzione dell’aeroporto sia di fondamentale importanza per la nostra Regione. Tutti i piccoli aeroporti d’Italia sono gestiti da società nelle quali partecipa con quote azionarie la Camera di Commercio e,anche per quello del Molise, intendiamo fare la stessa cosa. Ma la partecipazione della Camera di commercio è importante anche per il ruolo che svolge, ossia, quello di fare da intermediario tra gli imprenditori e le istituzioni o tra imprenditori di diversi paesi. Penso ad esempio ad eventuali investitori stranieri che vogliono entrare in società presenti sul nostro territorio e che, per motivi, di campanilismo incontrano difficoltà. Con strutture aeroportuali e anche con l’autostrada potremmo essere facilitati anche da questo punto di vista. Ringrazio, infine, il presidente Mazzuto per questo nuova maniera di collaborare con noi che sicuramente darà i frutti sperati”.

Il presidente della società Avioproject, Ottavio Balducci, si è soffermato, invece, maggiormente sugli aspetti tecnici e societari riguardante l’aeroporto del Molise. “Abbiamo costituito allo stato attuale – ha detto Balducci – una società a capitale pubblico-privato con i Comuni di Cantalupo e San Massimo. Il nostro obiettivo è quello di trasformarla in una a capitale pubblico con l’ingresso delle altre istituzioni presenti sul territorio. In questa fase ci stiamo dedicando all’attuazione del progetto della struttura che si estenderà su un’area di circa ottanta ettari. L’Enac, che è venuta a fare le ispezioni lo scorso luglio, ci ha dato l’ok per realizzare la struttura anche perché in Molise sarebbe l’unica. Inoltre, si pone in una posizione privilegiata anche nei confronti di Napoli e Roma. Tanto che viene considerata a tutti gli effetti uno scalo alternativo alle due metropoli. Tutto ciò grazie al fatto che abbiamo nelle vicinanze la stazione ferroviaria di Macchiagodena e di Cantalupo che potrà essere utilizzata come navetta di collegamento per le due città. Bisogna, poi, considerare che a poca distanza sorgerà anche l’autostrada. L’aeroporto – ha concluso Balducci - sarà anche l’occasione per poter sviluppare il turismo aeronautico. Questa nostra idea ha già riscosso parecchi consensi a livello europeo”.

E proprio delle potenzialità di sviluppo turistico legate all’aeroporto ha parlato l’assessore al Turismo della Provincia di Isernia, Florindo Di Lucente. “Le infrastrutture – ha ribadito Di Lucente –sono indispensabili per poter parlare di turismo e, l’aeroporto, è in questo senso un’opera fondamentale. Tant’è che nei Pit,  (Piani integrati territoriali), nei quali siamo risultati una delle Province che ha presentato i progetti più innovativi, abbiamo dedicato molte risorse alle infrastrutture. Il nostro scopo – ha continuato l’assessore – deve essere quello di realizzare una fitta rete di collegamenti tra tutte le vie di comunicazioni e i beni demaniali di grande interesse turistico. Miriamo, in pratica, a realizzare un’offerta turistica completa (un pacchetto) che permetta la turista di spostarsi agevolmente e avere a disposizioni tutti i servizi e le strutture”.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 20 Gennaio 2010 15:16