Dichiarazioni del Presidente Mazzuto sul riassetto della sanità provinciale PDF Stampa E-mail
Notizie - Ultime
Venerdì 05 Febbraio 2010 13:06
“Ho votato il rinvio dell’ordine del giorno in merito al riordino della sanità provinciale e dell’ospedale di Venafro, proposto dal capogruppo del Pdl, perché vista la complessità dell’argomento, ritengo che sia un problema da affrontare in maniera più approfondita”. Il presidente della Provincia, Luigi Mazzuto, ribadisce con queste parole la massima attenzione che l’ente di via Berta intende prestare in merito alla questione riguardante il riordino della sanità provinciale, assicurando che la discussione su questo argomento si terrà nel corso di un Consiglio che verrà convocato a breve.
“Il riassetto della sanità sul nostro territorio e, in particolare, la vicenda dell’ospedale di Venafro – ha aggiunto Mazzuto - non è una questione che può stare a cuore solo ai consiglieri provinciali di Venafro ma a tutti i componenti dell’assise perché qui stiamo parlando di un diritto fondamentale e primario per tutti i cittadini, la salute degli stessi non può essere a carattere speculare. Né tantomeno possono essere addebitate responsabilità al sindaco, Nicandro Cotugno, che si è trovato a guidare la città in un momento storico molto difficile come questo. Ritengo, invece, che il nostro compito, durante il prossimo consiglio, debba essere quello di confrontarci sul riassetto della sanità, partendo dal presupposto che occorre organizzarla e razionalizzarla. Allo stesso tempo, è auspicabile - ha sottolineato il Presidente - la creazione di un polo sanitario d’eccellenza all’interno del quale, ad esempio, è ipotizzabile, tra le altre cose, la creazione un centro specializzato per le patologie croniche, struttura che attualmente non è presente in Regione”. Il Presidente ha evidenziato anche che l’argomento verrà trattato alla pari di quanto già fatto per le vertenze Ittierre e Geomeccanica. “Mi sto impegnando – ha concluso Mazzuto - affinché tutte le parti interessate (Regione, Asrem, Comune di Venafro, Comitati) possano essere presenti in aula per esporre  le problematiche, di qui anche il rinvio dell’ultimo consiglio”. Vista la rilevanza della questione, Mazzuto, infine, intende rivolgere un invito alla Conferenza dei capigruppo consiliari affinché snelliscano i punti all’ordine del giorno in presenza della trattazione di argomenti così importanti.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 09 Febbraio 2010 13:58
 

Emergenza COVID-19

covid4