Ass. Calenda nominata coordinatrice regionale della Filiera Agricola Italiana PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Marzo 2012 15:27

fagriL’Assessore alle Pari Opportunità, Politiche Sociali e Politiche per gli Anziani Filomena Calenda è stata nominata coordinatore regionale della Filiera Agricola Italiana dal coordinamento femminile nazionale F.Agr.I.

La F.Agr.I, che non si prefigge fini di lucro, si ispira ai valori della dottrina sociale della Chiesa Cristiana, riaffermando nella sua azione la dignità della persona umana ed impegnandosi per la divulgazione della cultura della solidarietà. La F.Agr.I, inoltre, ispira la sua azione all’adozione di misure che, intese a valorizzare l’agricoltura italiana in tutte le sue espressioni professionali e territoriali, comportino per tutte le componenti rurali, il riconoscimento pieno di quei valori morali e culturali che sono fondamento e alimento della civiltà dei popoli. Ad oggi alla Filiera sono iscritte circa 110.000 persone tra agricoltori, imprese agroalimentari, imprese agroindustriali e pensionati.

Sono entusiasta – ha dichiarato l’Assessore Calenda – di poter mettere a disposizione la mia esperienza amministrativa a beneficio della Filiera. Mi impegnerò a favorire la valorizzazione della donna e dei giovani in agricoltura attraverso l’organizzazione di eventi, volti alla diffusione della cultura e delle tradizioni agricole, ma anche enogastronomiche del nostro territorio. Sono certa che se si riuscisse a ricondurre verso questo settore una adeguata attenzione di programmazione e di investimenti di risorse tecniche e professionali, si riuscirebbe ad inserire l’agricoltura nel circuito economico nazionale in misura tale da garantirne uno sviluppo costante. I giovani e le donne rappresentano certamente importanti risorse, sulle quali dover puntare al fine di aprire il settore verso nuovi orizzonti, adeguandolo alle richieste del mercato che vede accrescere esponenzialmente il tasso di tecnicizzazione ed industrializzazione delle attività produttive. La necessità di sviluppare una adeguata politica agricola è anche strettamente connessa ad una sana politica dell’ambiente e del territorio. Il tutto interagisce efficacemente con la realizzazione delle condizioni di una migliore qualità della vita e con gli interessi di tutela del consumatore, al fine di diffondere alle nuove generazioni l’educazione verso una sana alimentazione. Accolgo con stimolo questa nomina – ha concluso Calenda – e mi impegno sin da subito a svolgere con responsabilità il compito di coordinatore regionale della F.Agr.I.

 

Menu utente