Grande successo per lo spettacolo teatrale realizzato da San Patrignano alla Sala Convegni della Provincia di Isernia PDF Stampa E-mail
Martedì 17 Aprile 2012 01:00
Un_momento_dellincontroSi è tenuto questa mattina, presso la Sala Convegni della Provincia di Isernia, lo spettacolo "Fughe da Fermi" organizzato dalla Comunità di San Patrignano.
La trama dall'impianto molto semplice ruota attorno alla complessa storia di Achim che in prima persona ha raccontato la sua esperienza con la droga. Achim si è raccontato non solo con le parole ma anche inviando messaggi attraverso disegni sulla sabbia. Il percorso narrativo è stato corredato da musica e videoclip abilmente lanciati da Pascal La Delfa, regista e fondatore della prima Scuola Nazionale di Operatori di Teatro Sociale, per l'occasione impareggiabile presentatore.
In sala erano presenti il Presidente della Provincia Luigi Mazzuto che ha inteso dare il benvenuto prima dello spettacolo ai rappresentanti della Comunità di San Patrignano, ringraziandoli per aver scelto Isernia tra le tappe di questo spettacolo itinerante. Il Presidente ha inoltre ricordato la sua visita dello scorso anno a San Patrignano, facendo partecipe la platea delle forti emozioni vissute e di "come in quell'ambiente venga da pensare che, nonostante le avversità che la vita spesso ci pone lungo il cammino, si può e si deve andare avanti, sempre e comunque". Infine, Mazzuto ha consegnato al responsabile della Comunità presente in sala un omaggio da parte dell'Ente di Via Berta.
Presenti anche l'assessore alle politiche giovanili e all'istruzione, Antonio Tedeschi, l'assessore al Sociale ed alle Politiche per gli anziani, Filomena Calenda, il Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale, Antonio Montaquila e la Comunità In Dialogo di Padre Matteo.
Hanno partecipato i ragazzi di alcune classi degli istituti superiori della Provincia: il "Cuoco – Fascitelli", l'Istituto "Manuppella – Mattei" ed il Liceo Scientifico di Isernia e l'Istituto "Giordano" di Venafro.
In sala l'emozione era tangibile, i ragazzi sono stati per tutta la durata dello spettacolo attenti ed in assoluto silenzio. Davvero una esperienza che non dimenticheranno facilmente.
Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Aprile 2012 15:31