DIFESA DELL'AMBIENTE, LA PROVINCIA DI ISERNIA IN PRIMA LINEA PDF Stampa E-mail
Martedì 28 Agosto 2012 14:43

In merito al protocollo d’intesa relativo al Progetto di ricerca per identificare le cause dell’inquinamento nell’area di Venafro sottoscritto tra l’ente di via Berta con i Comuni di Venafro, Sesto Campano, Pozzilli, Conca Casale, Montaquila, con l’Agenzia regionale di Protezione Ambientale del Molise (Arpam), l’Associazione dei Medici per l’Ambiente di Campobasso e l’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Isernia, il presidente della Provincia di Isernia Luigi Mazzuto ha dichiarato: “Con la stipula del protocollo si suggella l’ennesima azione di tutela ambientale messa in campo per il controllo dei fenomeni di inquinamento atmosferico crescenti nell’area del venafrano, sulla quale persistono insediamenti industriali produttori di emissioni potenzialmente pericolose e che vengono costantemente monitorate. Non sono molte le risorse economiche di cui disponiamo, - ha lamentato Mazzuto - anche in termini di personale addetto al controllo del territorio, positivi sono però i risultati riscontrati. Proprio in questi giorni è stata portata a compimento un’importantissima operazione anti frodo a tutela della fauna ittica del fiume Volturno da parte di validi agenti della Polizia Provinciale. Esiti favorevoli si stanno registrando anche sul fronte dei controlli effettuati sul territorio provinciale per arrestare il fenomeno del bracconaggio e della raccolta illecita di funghi e tartufi. L’azione di tutela messa in campo - ha sintetizzato il presidente - include dunque tutti gli aspetti potenzialmente lesivi del nostro habitat. Quanto all’area della Valle del Volturno, molto ricca per molteplici aspetti, ma al centro di molteplici rischi ambientali, non è nostra intenzione abbassare la guardia sulla questione Turbogas. Siamo schierati al fianco del Comitato ‘Mamme per la salute e l’Ambiente’ di Venafro e delle loro istanze. Sono già stati avviati tavoli tecnici interistituzionali presso la sede dell’Amministrazione provinciale per l’elaborazione di linee guida per la realizzazione di progetti di ricerca e di monitoraggio ambientale. La coalizione tra tutti i soggetti attuatori è forte e la Provincia di Isernia, - ha concluso Mazzuto - incaricata del ruolo di coordinamento, intende farsi garante della salubrità della nostra aria, delle nostre acque e del nostro territorio”.

Ultimo aggiornamento Martedì 28 Agosto 2012 14:50
 

Menu utente