TRA PROVINCIA E VIGILI DEL FUOCO C’È L’INTESA SULLA SICUREZZA PDF Stampa E-mail
Giovedì 20 Settembre 2012 14:21

foto_2_-_firma_protocollo_sicurezza_rszdIl Presidente Luigi Mazzuto, la Consigliera di Parità Tina Fiorenzo e il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Arch. Valter Cirillo hanno sottoscritto il protocollo d’intesa che impegna Provincia di Isernia, Ufficio Provinciale della Consigliera di Parità e Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco nell’educazione degli anziani alla prevenzione degli incendi ed al miglioramento delle condizioni di sicurezza domestica e nei luoghi di vita comune e di lavoro.

 

Il Presidente Mazzuto ha sottolineato il sodalizio interistituzionale da sempre in essere tra Provincia e Vigili del Fuoco. “è un rapporto di collaborazione e di condivisione delle problematiche – ha precisato il vertice di via Berta – che ci consentono di lavorare con efficienza e a tutela della collettività in diversi ambiti, primo fra tutti quello della sicurezza nelle scuole: i certificati antincendio pervenuti in tempo, infatti, ci hanno consentito di aprire in piena sicurezza e con puntualità tutti gli edifici scolastici provinciali”.

Quanto al protocollo, ha aggiunto: “Molto spesso talune semplici regole comportamentali si danno per scontate e, invece, stando alle statistiche sugli incidenti domestici o sugli infortuni sui luoghi di lavoro, si manifesta l’esigenza di ribadire concetti sulla prevenzione e sull’educazione alla sicurezza. Per un’amministrazione pubblica è un grave errore non occuparsi anche di questo tipo di interventi, oltre alle problematiche e ai servizi di cui quotidianamente già si fa carico. La prevenzione è importante, perché dà la possibilità di evitare rischi prevedibili e, nell’ambito della sicurezza domestica e degli ambienti di lavoro, diviene assolutamente imprescindibile. La Provincia di Isernia è chiamata per obbligo morale, ancor prima che statutario, a tutelare i cittadini, sebbene oggi si metta in discussione il servizio che offre alla collettività con la pretesa anticostituzionale di volerla abolire”.

La parola è quindi passata all’architetto Valter Cirillo: “Il Protocollo mette in campo una serie di iniziative, tra cui ‘Casa sicura’ che mira a tutelare soprattutto anziani, donne e bambini che vivono gli spazi domestici con maggiore assiduità. a tal proposito, le attività future vedranno la collaborazione anche dell’Associazione dei Vigili del Fuoco in Congedo, presieduta ad Isernia da Stefano Di Giacomo. Con la pluridecennale esperienza dei membri di questa associazione saremo in grado di attivare programmi di informazione sociale sui comportamenti sicuri da adottare nella case e negli ambienti di lavoro”.

È un problema culturale, – ha dichiarato la Consigliera Tina Fiorenzo – bisogna innanzitutto superare l’idea della fatalità rispetto a casi di incidenti domestici o sui luoghi di lavoro, perché ogni incidente è evitabile se si applicano semplici regole comportamentali. I dati statistici evidenziano che gli infortuni in casa colpiscono soprattutto donne ultra 65enni, ecco perché le iniziative che saranno messe in campo da Provincia e da Vigili del Fuoco si rivolgeranno prevalentemente alle persone anziane per renderle consapevoli dei comportamenti che le espongono al pericolo e della necessità di correggere le cattive abitudini con pratici consigli utili ad evitare rischi.

Alla presentazione dei contenuti del protocollo hanno inteso partecipare anche Antonietta Di Bucci e Pietro Miele, membri del direttivo del Centro Sociale ‘Sabino D’Acunto’, presieduto da Annamaria Brega.

Il centro ‘Sabino D’Acunto’ conta oltre duecento anziani associati – ha dichiarato Antonietta Di Bucci – interessati alle attività volte alla prevenzione dei rischi che si corrono in ambienti domestici o anche in luoghi associativi. Un plauso va alla Provincia di Isernia, all’Ufficio provinciale della Consigliera di Parità e ai Vigili del Fuoco per aver manifestato grossa sensibilità e fattivo impegno rispetto a queste problematiche”. 

Ultimo aggiornamento Giovedì 20 Settembre 2012 14:31
 

Menu utente