Il punto sullo stato di avanzamento e sulle prospettive del progetto “CRAINat PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Novembre 2012 12:04

DSC01890Si è tenuto in Provincia di Isernia un evento formativo promosso dal Settore Ambiente e finalizzato a fare il punto sullo stato di avanzamento e sulle prospettive del progetto “CRAINat - Conservation and recovery of Austropotamobius pallipes in Italian Natura2000 sites”. Finanziato nell’ambito del programma comunitario LIFE+ 2008, prevede la realizzazione di specifiche azioni di tutela e conservazione nei confronti della specie Austropotamobius pallipes (conosciuto anche con il nome comune di gambero di fiume), specie ad elevata priorità di conservazione, inclusa negli Allegati II e V della Direttiva 92/43/CEE “Habitat”.

Il progetto coinvolge oltre 60 azioni e sarà realizzato congiuntamente in due ambiti territoriali, Nord Italia (Regione Lombardia) e Centro Italia (Regione Abruzzo, Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga, Provincia di Isernia), all'interno di oltre 40 SIC.

L’iniziativa, naturale prosecuzione di precedenti progetti, realizzati sempre nell’ambito del programma comunitario LIFE, ha come obiettivo la conservazione/incremento delle popolazioni di gambero autoctono, per mezzo di azioni che saranno realizzate in natura e azioni di conservazione ex situ.

L’evento formativo ha lo scopo di diffondere sul territorio di riferimento un quadro di conoscenze e competenze sulla specie, sull’habitat di riferimento, sulle tecniche e sulle criticità di conservazione. Passaggio preliminare alle azioni successive che avranno l’obiettivo di ripopolare la specie.

All’incontro hanno preso parte l’Assessore provinciale Gino Taccone, il Dirigente Settore ambiente ed energia della Provincia di Isernia Pasqualino De Benedictis e diversi esperti impegnati nella realizzazione del progetto. Tommaso Pagliani del Consorzio Mario Negri Sud, Project Manager CRAINat, ha illustrato i censimenti astacicoli e strategie di conservazione ex situ. Claudio Di Cerbo dell’Ass. Italia nostra ha invece fatto il punto sullo stato dei corsi d’acqua della provincia di Isernia nell’ottica del progetto di educazione ambientale CRAINat. Infine, Antonio Di Giorgio dell’Ass. FIPSAS ha relazionato sullo Stato della fauna ittica della Provincia di Isernia. Le attività antibracconaggio CRAINat.

Per ulteriori approfondimenti sul progetto: www.lifecrainat.eu

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Novembre 2012 12:11
 

Menu utente