Notizie
Tagli alle Province, l’Upi interrompe i rapporti con il Governo. Il 31 gennaio 2012 giornata di mobilitazione di tutti i Consigli provinciali PDF Stampa E-mail
Mercoledì 21 Dicembre 2011 18:22
Foto_nuovo_ingresso_provincia1Il Presidente della Provincia di Isernia, Luigi Mazzuto, ha partecipato oggi all'assemblea straordinaria dei Presidenti di Provincia e dei Presidenti dei Consigli provinciali, convocata a Roma dall'Unione Province Italiane (Upi). I rappresentanti delle Province hanno deciso di interrompere i rapporti con il Governo fino a quando non saranno chiare le decisioni che si intendono portare avanti rispetto alla riforma di questi enti. Inoltre, è stato stabilito di indire per il 31 gennaio del 2012 una giornata di mobilitazione straordinaria dei 107 Consigli Provinciali. Al termine dei lavori l'Assemblea dell'Upi ha votato all'unanimità il seguente ordine del giorno:
L'Assemblea straordinaria dei Presidenti di Provincia e dei Presidenti dei Consigli Provinciali, riunitasi a Roma il 21 dicembre 2011:

 1. Ribadisce la valutazione assolutamente negativa delle disposizioni del decreto legge "Salva Italia" che riguardano le Province;

2. considera incostituzionali le norme che svuotano un livello di Governo previsto dalla Costituzione e democraticamente eletto;

3. considera del tutto inaccettabile il commissariamento delle Province che dovrebbero andare al voto nel 2012, poiché il provvedimento è lesivo del diritto dei cittadini di eleggere democraticamente i propri rappresentanti;

4. sottolinea che le disposizioni del Decreto Legge determinano l'avvio di una lunghissima fase di caos istituzionale a completo discapito dei servizi e delle funzioni rese alle comunità locali;

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Dicembre 2011 18:31
Leggi tutto...
 
Presentato il programma della Provincia di Isernia per celebrare i 150 anni dell'Unità d'Italia. Convegni e mostre in programma il 22 dicembre e il 12 gennaio PDF Stampa E-mail
Mercoledì 21 Dicembre 2011 18:10
unita_italiaE' stato presentato questa mattina alla stampa il programma delle iniziative organizzate dalla Provincia di Isernia per celebrare il 150° anniversario dell'Unità d'Italia. Alla conferenza stampa hanno partecipato il Presidente del Consiglio provinciale, Lauro Cicchino e il consigliere provinciale Antonio Sorbo, vicepresidente della Commissione Affari Generali e Pubblica Istruzione. Assente il Presidente della Provincia, Luigi Mazzuto, convocato d'urgenza a Roma per una riunione dei Presidenti delle Province per discutere le vicende relative al futuro di questi enti. Il Presidente del Consiglio provinciale Cicchino ha evidenziato il valore dell'Unità d'Italia in un momento in cui alcune forze politiche continuano a perseguire la secessione. L'Unità, secondo Cicchino, è un valore imprescindibile per il nostro Paese e rappresenta, in questo difficile momento di crisi, una risorsa. Ha, inoltre, evidenziato come le iniziative programmate dalla Provincia sono frutto della collaborazione tra maggioranza e minoranza, come dimostra il fatto che ideatore e referente del progetto è il capogruppo di minoranza Antonio Sorbo. Quest'ultimo ha sottolineato il valore istituzionale delle iniziative programmate che in parte realizzano il progetto da lui presentato lo scorso anno. La prima iniziativa è rappresentata dal convegno che si terrà domani 22 dicembre alle ore 17,00 presso la Sala Gialla della Provincia dal titolo "Soldati, briganti, signori e cafoni: i fatti del 1861 in provincia di Isernia".
Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Dicembre 2011 19:37
Leggi tutto...
 
Ritardi sulle linee ferroviarie, il Presidente Luigi Mazzuto chiede la convocazione di un tavolo istituzionale per risolvere il problema PDF Stampa E-mail
Domenica 18 Dicembre 2011 12:33
Presidente_Luigi_MazzutoRitardi e disagi sono stati segnalati questa mattina sulla tratta ferroviaria Campobasso-Napoli. In particolare, per quanto riguarda i viaggiatori isernini, il treno è partito poco prima delle ore 8.30 dalla stazione del capoluogo pentro ed è arrivato, dopo numerose problematiche, a Caserta quasi tre ore dopo, ossia, alle 11,15 (l'arrivo previsto a Napoli era stato fissato intorno alla 10). Qui, a causa della rottura di un motore, i viaggiatori sono stati fatti scendere dal treno e hanno dovuto proseguire verso Napoli con alcuni autobus sostitutivi. In merito a questa situazione è intervenuto il Presidente della Provincia di Isernia, Luigi Mazzuto, che chiede la convocazione di un incontro con tutte le istituzioni interessate per risolvere queste problematiche. "Ritengo – ha affermato il Presidente Mazzuto – che i disagi che si stanno verificando sulle tratte ferroviarie che collegano il Molise alle altre regioni stiano diventando intollerabili: oggi ci sono stati ritardi sulla tratta Campobasso- Napoli, nei giorni scorsi su quella Campobasso-Roma. Non capisco perché si fanno partire treni, che strada facendo, manifestano numerosi problemi e vanno a singhiozzo, accumulando ritardi. Il treno o si fa partire in condizioni affrontare il tragitto, oppure, sarebbe più corretto da parte del gestore dire ai cittadini che il viaggio non può iniziare o predisporre subito dei mezzi sostitutivi. Ritengo, a questo punto, che – ha sottolineato Mazzuto – occorra intervenire al più presto per risolvere questa situazione. Chiedo, quindi, la convocazione di un incontro con l'assessore regionale ai Trasporti, Luigi Velardi, e tutti i soggetti interessati per studiare le soluzioni più idonee, verificando anche se ci sono altri gestori in grado di poter far funzionare senza disagi e ritardi questi collegamenti ferroviari".
Ultimo aggiornamento Domenica 18 Dicembre 2011 12:45
 
Visita dell’Ambasciatore dell’Albania in Provincia, il Presidente Mazzuto: rafforzati i rapporti sociali ed economico-commerciali tra Molise e Albania PDF Stampa E-mail
Sabato 17 Dicembre 2011 15:51
DA_SIN_VERSO_DES_AMABASCIATORE_KOLA_IORIO_MAZZUTO_BRASIELLOL'Ambasciatore della Repubblica di Albania Llesh Kola, nell'ambito di alcune iniziative organizzate dal Rotary club di Isernia, è stato in visita questa mattina alla Provincia di Isernia. L'Ambasciatore è stato ricevuto dal Presidente dell'ente di via Berta, Luigi Mazzuto, dal Presidente della Regione Molise e dell'Euroregione Adriatica, Michele Iorio, dal Presidente della Camera di Commercio di Isernia, Luigi Brasiello, e dal Presidente del Rotary Club di Isernia, Claudio Falcione. Durante l'incontro sono stati evidenziati gli stretti legami tra l'Albania e il Molise, dove è presente una numerosa comunità albanese, ed è stata, soprattutto,MAZZUTO_DONA_LIBRI_ALLAMBASCIATORE_KOLA sottolineata l'intenzione di incrementare gli scambi commerciali ed economici tra le due aree che fanno parte entrambe dell'Euroregione Adriatica. "L'ambasciatore Llesh Kola – ha dichiarato il Presidente Mazzuto – è un nostro corregionale perché fa parte dell'Euroregione Adriatica, di cui è presidente Michele Iorio. E, proprio nell'ottica dell'Euroregione Adriatica, l'incontro di oggi è servito per rafforzare i rapporti di amicizia e per avviare una progettazione in campo economico e commerciale in grado di poter realizzare un importante interscambio tra le nostre imprese e quelle Albanesi.
Ultimo aggiornamento Sabato 17 Dicembre 2011 16:03
Leggi tutto...
 
Mazzuto e Cicchino: uno studio dell'Università Bocconi dimostra che l'abolizione delle Province non produce risparmi consistenti e che per migliorare la Pubblica Amministrazione occorre, al contrario, valorizzare il ruolo di quelle più piccole PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Dicembre 2011 15:41
grafico_1
(Per ingrandire i grafici cliccare sulle immagini)
Si è molto dibattuto per il passato e tuttora sull'opportunità di "eliminare" le province, o di accorparle in unità di più grandi dimensioni.
Le varie ipotesi sono state spesso basate su approcci poco documentati sui reali benefici e sui possibili costi che tali scelte potrebbero comportare.
L'argomentazione più frequente è che eliminando le province si conseguirebbe una riduzione dei "costi della politica" e calcoli sommari danno cifre molto rilevanti sui risparmi possibili.
Stime più realistiche, hanno da subito messo in evidenza che i risparmi dei "costi della politica" sono poco significativi rispetto ai sacrifici oggettivi che il Paese dovrà affrontare nei prossimi anni.
grafico_2
"Uno studio curato dall'Università Bocconi sul tema, senza assumere posizioni pregiudizialmente favorevoli o sfavorevoli, - hanno spiegato il Presidente della Giunta Provinciale di Isernia Luigi Mazzuto e il Presidente del Consiglio provinciale Lauro Cicchino - ha cercato di ricostruire un quadro attendibile delle entrate e delle spese delle Province e di valutare il ruolo che esse svolgono, ma anche l'efficienza con cui operano e la capacità di reperire autonomamente dai territori amministrati una parte consistente delle entrate necessarie a produrre i servizi.
Ultimo aggiornamento Venerdì 16 Dicembre 2011 16:29
Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 22

Menu utente