Centrale Termoelettrica Stampa
Mercoledì 18 Febbraio 2009 20:11
 La giunta provinciale ha deliberato di dichiarare l’assoluta contrarietà alla realizzazione delle centrale termoelettrica alimentata a gas naturale localizzata nel Comune di Presenzano (CE), a confine con il territorio della Provincia di Isernia, in quanto in contrasto con la vocazione agricola e turistica del territorio limitrofo.
“Ritengo che l’Amministrazione Provinciale debba intervenire nelle questioni che ha sollevato e va sollevando la costruzione di una centrale termoelettrica alimentata a gas naturale da realizzare a pochi chilometri dai nostri confini”. 
Il presidente dell’Amministrazione Provinciale di Isernia, Raffaele Mauro, interviene sulla vicenda della centrale termoelettrica da realizzare a Presenzano, ponendo la questione in termini estremamente chiari e per il rispetto dei quali è intenzionato a far valere in tutti i campi e in ogni momento la sua posizione.
 “La questione va ricondotta nei giusti ambiti e cioè in quello della compatibilità ambientale dell’iniziativa. Secondo il mio punto di vista ritengo che il problema non sia il minore o maggiore tasso di inquinamento dell’impianto in sé, ma la sua incidenza in un ambiente già toccato da forme di inquinamento. Gradirei sapere l’utilità per la Provincia di un tale impianto che va ad inserirsi in un contesto di bellezze naturali e in un territorio vocato al turismo e alle colture biologiche che possono costituire, e già in parte lo costituiscono, i motori dello sviluppo locale”.
La giunta provinciale ha deliberato di trasmettere l’atto al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare, al Ministero per i Beni e le attività culturali, alla Regione Molise, assessorato all’Ambiente, alla Regione Campania, Area generale di Coordinamento e Sviluppo Attività Settore Secondario e Area Generale di Coordinamento Ecologia, Tutela dell’Ambiente e Disinquinamento e Protezione Civile.

                                                                    Ufficio di Presidenza