PROGETTO ERASMUS + BUONE PRATICHE INTEGRAZIONE SOCIO-LAVORATIVA ADOTTATE NELLA PROVINCIA DI ISERNIA Stampa
Lunedì 28 Agosto 2017 08:59
Il presidente della Provincia di Isernia ha accolto e dato il benvenuto nella giornata di sabato 26 agosto ai 15 studenti provenienti da Spagna, Bulgaria e Irlanda che partecipano al Progetto Erasmus.
“Come presidente di questa provincia, che è la piu’ piccola d’Italia , come dimensione demografica , appena 86.000 abitanti, vi do il benvenuto ad Isernia.
I 15 studenti , provenienti da Irlanda, Bulgaria e Spagna , che partecipano a questo Erasmus e che per la prima volta, immagino, visitano questo nostro territorio.
Un particolare saluto alla delegazione spagnola, con un sentimento di affetto e vicinanza per i luttuosi avvenimenti di Barcellona, con una netta condanna al terrorismo affinché prevalgano le ragioni della convivenza e tolleranza .
Voi avete una grande opportunità , lo dico con una punta di invidia , in quanto ai miei tempi queste occasioni di scambio di conoscenze e di nuove pratiche non ci erano concesse. Il progetto ERASMUS , dal 1987 , anno della sua istituzione, ha dato l’opportunità a 9 milioni di persone di studiare, di seguire una formazione, fare volontariato o avere un’esperienza professionale all’estero.
Anche una piccola provincia come la nostra ha adottato ed implementato buone pratiche di integrazione tra i migranti attualmente ospitati presso le nostre strutture CAT o SPRAR con protocolli di intesa tra Enti Locali o Associazioni e Cooperative Sociali. Nella convinzione che il problema dell’accoglienza ha necessità di strumenti che vadano oltre l’emergenza e la semplice ospitalità e che il processo di integrazione passa attraverso pratiche di inserimento socio-lavorativo e di scambi culturali.
Io avevo il compito di portare un breve cenno di saluto, gli illustri relatori che mi seguiranno faranno interventi mirati alla conoscenza delle buone pratiche, a voi tutti un buon lavoro ed una buona permanenza in questa nostra provincia.
Isernia , 28/08/2017 il Presidente Lorenzo Coia