Terremoto in Abruzzo Stampa
Lunedì 06 Aprile 2009 01:00
A seguito della scossa sismica che ha colpito l’Abruzzo aquilano alle ore 3,20 della notte scorsa, questa Amministrazione Provinciale, nelle prime ore del mattino:
• ha allarmato i Responsabili dei Nuclei per attrezzare gli automezzi liberi dai corredi invernali, in modo da essere utilizzati per fini edilizi di sgombero di macerie, per il trasporto dei quattro bob-cat e dei quattro mini-escavatori;
• ha indetto conferenza di servizio con i Tecnici dipendenti dopo aver sentito la Prefettura, alcuni Presidi e Segretari delle Scuole superiori, i Comuni interessati dalle Scuole provinciali ed ha organizzato tre squadre di rilievo con compiti ispettivo-tecnici e per la stesura di rapporti dettagliati relativamente allo stato di fatto strutturale. Contestualmente sono state organizzate tre squadre di tecnici per verificare e controllare il sistema viario provinciale, in particolar modo le strutture di attraversamento quali ponti e viadotti;
• sono state contattate contestualmente le Protezioni Civili Molisana ed Abruzzese per mettere a disposizione le strutture e gli operatori provinciali, in modo da essere pronti ad una eventuale partenza della colonna entro un’ora dalla chiamata;
• alle ore 10,00, avuta la chiamata dalla Protezione Civile Molisana con l’ordine di partenza verso L’Aquila - Direzione Generale Vigili del Fuoco - è stata organizzata la colonna dei mezzi (camion, bob-cat, mini-escavatori, attrezzature ed accessori), uomini ed autisti, pronta a partire alle ore 13,00 dall’Hotel Volturno di Colli.
Di ciò sono state informate la Prefettura di Isernia e le due Protezioni Civili Abruzzese e Molisana

                                                                                             Avv. Raffaele Mauro

Ultimo aggiornamento Mercoledì 08 Aprile 2009 10:10